Il businness della paura

Hanno paura!

Paura degli immigrati comunitari o extracomunitari che siano, immigrati che chiamano indistintamente clandestini.

Paura di quegli uomini e donne, a volte bambini, che affrontano un viaggio lungo e pericoloso ammassati in quelle “carrette” che a volte affondano.

Viaggi al cui costo elevatissimo dovrebbe corrispondere un trattamento di prima classe, ed invece li trovi dentro ammassati, affamati, assetati: trattati come carne da macello!

Ma i politici italiani si svegliano solo adesso e come subito dopo un brutto sogno: hanno paura ! E continuano affermando che: il popolo italiano ha paura.

Una paura indistinta, si fa di tutta un’erba un “fascio”, chi parla di paura forse ha solo questo in mente!

Ma attenzione a non fare della paura paranoia che porterebbe a ben più tragici avvenimenti come accadde non molto tempo fa.

Sicuramente è più facile la chiacchera da salotto e magari avere per qualche tempo le prime pagine dei giornali, quando si combattono le emergenze ma poi i nostri cari governanti vogliono davvero sdradicare il problema o vogliono solo alzare polveroni che poi una folata di vento porterà via?

Sicuramente gli interessi in gioco, nel mercato dei clandestini sono troppo alti per sgominarli, fa comodo a molti questo mercato.

Come schiavi, lavorano sfruttati; ed ho orrore nel sentire dalla voce di giovanissimi italiani che ” loro ci rubano il lavoro”

No caro amico, tu non accetteresti mai di zappare la terra ai loro costi!

Non è colpa loro se nelle campagne siciliane o campane non ci sono i controlli dello stato sul lavoro nero.

Quel lavoro che riempie le tasche solo di chi sfrutta e non di chi è sfruttato.

E la politica che aizza contro questa povera gente è la stessa che protegge gli sfruttatori, non facendo applicare le regole, che già esistono.

Non discutiamo in Parlamento di modificare o approvare una nuova legge, discutiamo invece di farla applicare.

Io non ho paura di chi intraprende un viaggio per lavorare onestamente accettando un lavoro che forse proprio perchè duro non viene svolto dagli italiani.

Ho paura anchi’io, ma di quell’ “uomo” che spara, delinque, sfrutta, bianco o nero che sia, che sporca la legalità infangandola, per i suoi luridi interessi.

Annunci

2 commenti

  1. Brava, finalmente qualcuno parla della veritá – non é che quelli rubano il lavoro, quelli sono i schiavi dell’ eta moderna.

  2. A me fa paura il nostro governo, e non in particolare questo, anche il precedente. Mi fa paura pensare che qualcuno possa pensare che un’imbarcazione possa andare avanti senza timone, o meglio, senza timoniere.

    Sono spaventata per quegli italiani che pensano che i problemi si possano risolvere da soli, e che a loro basti guardare il proprio orticello.

    Sono spaventata perché poi, quando i conti non tornano (ed è inevitabile che non tornino), è facile scatenarsi in una caccia al colpevole, essere indottrinati contro il totem negativo di turno (oggi gli extracomunitari) verso il quale scaricare, quale capro espiatorio, tutte le proprie carenze.

    Ho paura della stupidità e dell’ignoranza, generatori di razzismo.

    Ho paura di quello che vedo e che sento.


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • ottobre: 2008
    L M M G V S D
    « Giu   Apr »
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
  • Del.icio.us

  • Anche qui