Questione di civiltà.

Era uno dei pochi a non aver subito attacchi incendiari.

Così stamattina mi è balzato agli occhi un titolo Ansa sulla notizia di altri due campi nomadi dati alle fiamme a Napoli, città più che famosa al mondo per non aver saputo sbarazzarsi in maniera “legale” della propria spazzatura. E così per ” ripulire” la città gli “onesti cittadini” danno fuoco ai campi nomadi.

Il discorso fila alla perfezione direi… quando si fa di tutta un’erba un fascio è così…

Queste reazioni più che mai esasperate sono inconsulte ed incivili non devono essere accettate.

Si alle punizioni per chi, italiano o no, commette un reato; ma non è ammissibile la reazione di chi lancia bottiglie molotov o assedia i campi nomadi costringendo chi ci vive alla fuga.

Deve essere ben chiaro un punto: i colpevoli devono pagare secondo la legge.

Un cittadino non può arrogarsi il diritto della giustizia fai da te, a far valere la giustizia ci pensano i tribunali.

Per pochi estremisti, ne pagano le conseguenze altri cittadini onesti e lo stesso Stato italiano, che viene additato dall’opinione pubblica mondiale “nazzista”.

Ed ancora, come si legge in un articolo dell’Unità: il presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, parlando prima delle notizie sull’incendio dei campi, aveva definito “facili e a tratti comprensibili” le reazioni della gente al tentato sequestro della bambina di sei mesi, esortando comunque a “non enfatizzare l’intolleranza”. Io non li considererei comprensibili , anche perchè nel nostro paese ci sono i tribunali che devono occuparsi di casi come questo. Infatti si apprende che alla ragazzina nomade, causa di questa burrasca, sia stato convalidato il fermo, con l’accusa di sequestro di persona.

Annunci

2 commenti

  1. Maybe it’s just easier to focus for people & politicians in Naples to shout about the Gypsies instead of the rubbish – the Camorra aren’t in business with the Gypsies!

  2. Commento molto arguto.


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...